Karma in Auge

Karma in Auge

Salvatore Piccione: voce/chitarra/ tastiere
Giovanni D’Elia: basso
Mimmo Frioli: batteria/ tastiere

Rituali ad uso e consumo (cd, 2012, Danze Moderne)
Memorie disperse (Ep, 2010, autoprodotto)

I Karma in Auge si costituiscono nel 2006 dall’incontro del chitarrista e cantante Salvatore Piccione con il batterista Mimmo Frioli e il bassista Giovanni D’Elia. I primi anni del gruppo sono dedicati alla ricerca di un sound che unisca l’attitudine indie alle sonorità del post-punk. Il primo lavoro è un Ep autoprodotto nel 2010 dal titolo “Memorie disperse”, che risente ancora molto delle influenze del primo gothic di Bauhaus e Joy Division, che viene accolto con interesse dalla critica di settore (Ep del mese per :Ritual:). Segue un’intensa attività live che li vede vincitori regionali del “Gothic Room” promosso da Darkitalia e chiamati ad aprire per i Fluon di Andy Fumagalli, ex Bluvertigo.

Invitati a partecipare al Dark Waves Festival svoltosi ad Acquaviva delle Fonti presso il locale Oasi San Martino, insieme a Cadabra e Stardom, vengono notati dallo staff dell’etichetta Danze Moderne, che decide di mettere la band sotto contratto.

Prendono subito il via i lavori per un full-lenght di nove brani, lavori che dureranno per tutta la primavera/estate del 2012, fino a giungere alla pubblicazione dell’album “Rituali ad uso e consumo” il 29 ottobre dello stesso anno. Il disco, licenziato dalla Fonoarte/Danze Moderne e promosso con il sostegno del P.O. FESR Puglia 2007/2013 ASSE IV – Puglia Sounds, segna una svolta nel sound dei Karma in Auge, con elementi alternative e cantautoriali a contaminare l’originale suono oscuro, figlio degli anni ’80, del primo Ep.